Open House Roma 2015: Chi mi ama mi segua!

9-10 maggio 2015

Foto di apertura (tratta dal sito dell'evento): Palazzetto Bianco, via San Damaso 40 (Aurelia)

La verità è che stiamo parlando di un evento importante, che si ripete ormai da alcuni anni con grande successo di pubblico: è l'Open House Roma, che si svolge sabato 9 e domenica 10 maggio. E' un evento importante perché copre l'intera città dal centro storico al Corviale, alla scoperta del patrimonio architettonico di Roma. Ebbene sì, non solo scavi e archeologia, anche architettura. Quindi, porte aperte nelle chiese del centro, nei palazzi del potere, qualche ambasciata, diverse accademie, gallerie, musei; e poi visite guidate e tour a piedi o in bicicletta, sulle tracce dei tesori del rione Monti, dei vicoli di Trastevere, dell'Aventino. Insomma, l'offerta è vasta, tocca solo avere pazienza. Infatti, il grande successo di pubblico talora rende l'accesso ai siti complicato, soprattutto perché solo una parte delle visite sono prenotabili, per il resto si fa alla vecchia maniera con la coda da ufficio postale di sabato mattina, ma l'arte val bene una parte, no? D'altra parte, tutte le visite sono gratuite e affidate alla buona volontà di volontari, soprattutto studenti di architettura, a cui va il nostro grazie più sentito. Consiglio per i neofiti: scaricate il programma dell'evento e prendetevi un'ora di libertà per leggerlo con cura.

http://www.openhouseroma.org/2015/programma

Estratto dal sito dell'evento: "Open House Roma è un evento annuale che in un solo week end consente l'apertura gratuita di centinaia di edifici della Capitale notevoli per le peculiarità architettoniche – artistiche e che, a differenza di iniziative simili, rivolge particolare attenzione oltre che al patrimonio storico, anche e soprattutto a quello moderno e contemporaneo, fino ad aprire la visita anche dei cantieri della città in trasformazione.

Open House è il grande evento di architettura sviluppato in 4 continenti e 28 città parte dell'evento internazionale Open House Worldwide. (...)

Le visite guidate, effettuate dai progettisti stessi, dagli studenti di architettura delle facoltà di Roma e dai cultori dell'architettura, i tour pedonali e ciclabili, più i numerosi eventi speciali permetteranno ai cittadini di scoprire il patrimonio nascosto della capitale: quegli spazi che per la loro quotidiana funzione o per mancanza di occasioni non sono aperti alla fruizione pubblica."

Foto tratta dal sito: Villino della cooperativa la Quercia, via Gozzadini 78 (Aurelia)