Quel Caravaggio giovane e deciso: visita a Palazzo Corsini a Roma

Qualcuno è stato a lungo indeciso sull'attribuzione dell'opera a Caravaggio, a noi piace pensare che il pittore abbia deliberatamente fatto in modo che l'opera fosse incerta, sebbene la mano fosse ferma e il pensiero deciso. C'è il chiaroscuro, c'è il movimento, c'è un soggetto articolato e molto moderno, con quel ciuffo ribelle che lo allontana dalla figura del santo che ben conosciamo e lo avvicina al giovane modello in carne ed ossa che posò per il pittore. E' un San Giovanni rock, questo giovane, con cui Caravaggio continua a stupirci, come accade tutte le volte che abbiamo la fortuna di assistere al miracolo della sua arte. D'altra parte, San Giovanni è soggetto caro al pittore, ne ha lasciati almeno otto, di cui quattro conservati a Roma (Galleria Borghese, Musei Capitolini, Galleria Doria Pamphilj, Galleria Corsini) e gli altri all'estero (Malta, Monaco di Baviera, Kansas City, Toledo). In comune tra loro, spesso, ma non sempre, la figura solitaria di un giovane imberbe ripreso nel deserto con un drappo rosso che ne avvolge il corpo esile e il bastoncino di canna che termina a croce (nel dipinto alla Galleria Corsini appena intravisto nella parte inferiore).

Estratto dal sito della Galleria: "La tela è ricordata per la prima volta negli inventari Corsini nel 1784 come un "S. Giovanni Battista. Stile di Caravaggio". Per questo è ipotizzabile che il dipinto fosse entrato in collezione in conseguenza del matrimonio di Bartolomeo Corsini con donna Felice Barberini (1758). E' certamente una versione tra le meno note realizzate da Caravaggio di questo stesso soggetto e per questo in passato si è spesso dubitato dell'autenticità del dipinto. Tuttavia sia per le affinità compositive riscontrabili con il San Giovanni Battista conservato nel Nelson-Atkins Museum of Art di Kansas City (anch'esso di Caravaggio), che per diversi particolari tipici del produzione del maestro lombardo, come il tronco dell'albero appena visibile sullo sfondo spesso presente nelle opere degli ultimi anni romani (vedi il  San Francesco del Museo Civico di Cremona), è stata confermata l'attribuzione ulteriormente rafforzata dalle indagini radiografiche."

Michelangelo Merisi da Caravaggio
(Milano 1571 - Porto Ercole 1610)
San Giovanni Battista
Olio su tela, cm 94 x 131
1604 - 06
Provenienza: Collezione Corsini (1883)

http://galleriacorsini.beniculturali.it/

https://liveromeguide.wordpress.com/2013/11/06/tutte-le-opere-di-caravaggio-a-roma/

Galleria nazionale di arte antica in Palazzo Corsini

Via della Lungara 10 (Trastevere) - Roma

Ingresso mercoledì - lunedì h. 8.30 - 19.30

Biglietto intero 5 €, ingresso gratuito per i residenti la prima domenica del mese